CITTA’ VISIBILI E AL QANTARA – القنطرة
VI INVITANO ALLA
“CENA DI SOLIDARIETÀ A SOSTEGNO DEI BAMBINI SAHARAWI”
presso il Circolo Rinascita di Campi Bisenzio
Intrattenimento con danze del Folklore Arabo e Flamenco a cura del gruppo “Al Qantara – القنطرة” diretto da Arianna Facchini e Carlo Volati.
SABATO 17 NOVEMBRE
ORE 19:30
“CIRCOLO ARCI RINASCITA”
PIAZZA MATTEUCCI 11 – CAMPI BISENZIO (FI)
MENU’:
Da definire
CONTRIBUTO:
20 € – adulti
10 € – bambini dai 7 ai 14 anni
Gratis bambini fino a 6 anni
PER PRENOTAZIONI:
055/890081 (dalle 08:00 alle 20:00)
3358162370 Nadia
LE DANZE:
AL QANTARA – القنطرة – Il Ponte
Il nostro “ponte” sarà un’unione tra le danze mediorientali e spagnole, una fusione tra due culture che hanno le stesse radici.
Al Qantara nasce dalla collaborazione tra due gruppi:
– Azraq Danza – Folklore Egiziano e Arabo –
la cui direzione artistica è di Arianna Facchini, danzatrice e coreografa che si avvicina alla danza egiziana nel 2002, dopo studi e corsi che la portano in giro per i paesi del Medio Oriente dai quali attinge le sue ricerche culturali ancora oggi.
Il gruppo promuove, attraverso gli stili popolari regionali, le danze del folklore dei paesi quali Egitto, Marocco e Golfo Persico, utilizzando costumi ed accessori originali della tradizione interamente realizzati artigianalmente nei luoghi di origine.
– Fuente de Luz – Danze Spagnole e Flamenco –
diretto da Carlo Volati la cui passione per questa musica è nata nel 1999; ha frequentato la scuola Florence Dance Center di Firenze, seguito dal maestro Pietro Cacciatore.
In questi 19 anni ha preso parte a stages di ballo con numerosi
insegnanti spagnoli e non solo, ha studiato per alcuni periodi nelle scuole di Siviglia e Madrid, sotto gli occhi dei maestri Manolo Marin e Cristobal Reyes.
Il gruppo Fuente de Luz si dedica al Flamenco, dal 2010 dichiarato Patrimonio Culturale dell’umanità, che è uno stile musicale e di danza con origini molto antiche, tipico dell’Andalusia.
CITTAVISIBILI
https://nasirossipercittavisibili.com/
è un’associazione di donne e uomini che s’impegnano nella difesa dei diritti, attraverso le relazioni nel ritenere “l’umanità” un valore e il nuovo umanesimo impegno concreto e non utopia. Siamo anche della Ban Slout Larbi, di Legambiente, militanti delle Pubbliche Assistenze, della Clowncare M’illumino d’immenso Onlus e dell’Auser. Tutte Associazioni rivolte al servizio e alla solidarietà. Noi vogliamo difendere le autonomie, le libertà i diritti del Popolo Saharawi e di ogni Popolo a cui è negata l’identità.
Stiamo insieme perché crediamo nella rete e nelle visibilità delle azioni, dei Popoli e delle comunità. Ci piace l’approccio ironico e umano che non si perde mai d’animo, ci piacciono i giullari che si guadagnavano da vivere esibendosi nelle corti dei “Signori” erano al tempo stesso attori, musici, cantori, acrobati, ballerini, alcuni ciarlatani altri profondamente sinceri, comunque uomini e sicuramente cantastorie che vagavano per le corti e per le piazze un po’ politici, un po’ ruffiani e un po’ buffoni. Erano l’elemento di unione tra la letteratura colta e quella popolare, le loro capacità relazionali, la loro ironia, la loro verità, ci accompagnano nelle nostre azioni, attraverso il simbolo del naso rosso, che fa allegria e semina i semi dell’umanesimo.
Uno dei progetti che attraverso la cena vogliamo promuovere sono, le adozioni e il sostegno a distanza che tutti noi possiamo effettuare. L’importante è capire il nostro ruolo.
Il “donatore” non è mai sostitutivo del padre o della madre, ne è il sostegno, forte del proprio affetto non condizionato da interessi ed egoismi purtroppo umani.
Perché Il Popolo Saharawi? Perche la R.A.S.D. (Repubblica Araba Saharawi Democratica) non arma i suoi giovani, non li fa crescere in condizioni di ignoranza
I destinatari del progetto sono bambine/i e ragazze/i indicati dalle Autorità della R.A.S.D. (Repubblica Araba Saharawi Democratica), tra i più poveri dei campi profughi nel deserto
Foto e Grafica Emanuele Bonelli


wsadmin

Administrator

Sorry! The Author has not filled his profile.

×


wsadmin

Administrator

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *