Il Dipartimento di Stato degli del Stati Uniti ha rinnovato il venerdì il suo sostegno per il diritto del popolo Saharawi all’autodeterminazione, ribadendo il suo sostegno agli sforzi del dell’inviato Horst Kohler, e supporta i suoi sforzi per lanciare un nuovo round di negoziati tra il Fronte Polisario e il Marocco.
“Sosteniamo il processo diplomatico delle Nazioni Unite e dei suoi sforzi per raggiungere una soluzione al conflitto, reciprocamente accettabile garantendo l’autodeterminazione del popolo saharawi”, ha detto APS Pablo Rodrigues, Capo del Dipartimento di Stato.
Gli Stati Uniti sostengono il diritto del popolo saharawi all’autodeterminazione, un principio sancito dal diritto internazionale.
Il sostegno di Washington agli sforzi di mediazione di Horst Köhler e il mandato della MINURSO nell’organizzazione di un referendum di autodeterminazione nel Sahara occidentale.
“Cioè sostenere il lavoro dell’inviato personale del Segretario generale delle Nazioni Unite per il Sahara occidentale, e il mandato della Missione delle Nazioni Unite per il Referendum nel Sahara Occidentale (MINURSO).”
La posizione degli Stati Uniti è in linea con le Nazioni Unite, che considera Sahara occidentale in quanto territorio non autonomo nel processo di decolonizzazione.
Nel suo elenco di dipendenze e territori con una speciale sovranità, il Dipartimento di Stato ha sottolineato che la sovranità del Sahara occidentale non è stata ancora determinata e che non riconosce alcun potere amministrativo in questo territorio.


wsadmin

Administrator

Sorry! The Author has not filled his profile.

×


wsadmin

Administrator

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *