I prigionieri politici saharawi del gruppo Gdeim Izik che scontano condanne in carceri marocchine per motivi politici o di coscienza non ricevono l’attenzione medica necessaria, che sta causando un grave deterioramento della loro salute e compromettendo la vita di 24 giovani saharawi.

 

Le autorità marocchine negano loro l’assistenza di cui hanno bisogno “deliberatamente” per “punirli, umiliarli, e alla fine farli morire”.

 

Secondo i parenti dei detenuti del Laayoune, le autorità penitenziarie rifiutano di offrire cure alle loro famiglie anche se compromette la vita dei pazienti più gravi.

 

La salute mentale dei prigionieri è anche fonte di preoccupazione per le loro famiglie. Accelerano le loro pratiche psicologiche di usura e di strappo come il confinamento in cellule di isolamento e l’incertezza dei processi giudiziari giusti che sono eternalize.

 

Data questa situazione, diversi prigionieri politici saharawi con problemi di salute nelle prigioni marocchine hanno optato per avviare uno sciopero della fame per costringere le autorità marocchine a fornire loro assistenza medica.


wsadmin

Administrator

Sorry! The Author has not filled his profile.

×


wsadmin

Administrator

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *