Prigionieri politici saharawi nelle prigioni marocchine: l’UE preoccupata per i maltrattamenti

L’alto rappresentante dell’Unione europea (UE) per la politica estera e di sicurezza, Federica Mogherini.

Ha dichiarato venerdì 5 gennaio in un’audizione al Parlamento europeo, che l’Unione europea che segue da vicino la situazione dei prigionieri saharawi del gruppo Gdeim Izik che sono detenuti nelle carceri marocchine.

Il capo della diplomazia europea ha sottolineato che l’UE esprime regolarmente le sue “preoccupazioni per i casi di maltrattamenti e impunità subiti dai prigionieri politici saharawi condannati dai tribunali marocchini”.