Il presidente saharawi ricevuto da Díaz-Canel

Il Presidente della Repubblica Araba Saharawi Democratica e il segretario generale del Fronte Polisario, Brahim Gali è stato ricevuto Martedì pomeriggio dal presidente, Miguel Díaz-Canel Bermúdez.

Durante l’incontro fraterno, i due leader hanno parlato i legami di fratellanza che caratterizzano le relazioni bilaterali e le principali aspetti della cooperazione tra i due paesi e altre questioni di interesse dell’agenda internazionale.

Il presidente cubano ha ribadito la solidarietà di Cuba con la RASD e il pieno sostegno al diritto all’autodeterminazione del popolo saharawi.

Il presidente è stato accompagnato da una delegazione composta da Mansur Omar, ministro delegato presso il Ministero degli Affari Esteri per l’America Latina, Malainin Etkana, Saharawi ambasciatore a Cuba e Abdati Breika, ministro della Presidenza.

Da parte cubana, ha partecipato il ministro degli Esteri Bruno Rodríguez Parrilla; il ministro del commercio estero e degli investimenti esteri, Rodrigo Malmierca Díaz; il viceministro degli affari esteri, Rogelio Sierra Díaz; e l’ambasciatrice Clara Pulido Escandell.

Prima del ricevimento, Gali ha reso omaggio all’eroe nazionale di Cuba, José Martí, nel memoriale che porta il nome del leader dell’indipendenza.

Dopo aver posizionato una corona di fiori, ha fatto un giro del monumento, che si trova nella centralissima Piazza della Rivoluzione, con il vice Esteri Rogelio Sierra e altri funzionari cubani e saharawi.

Brahim Gali ha dichiarato alla stampa di sentirsi orgoglioso di essere a Cuba e ha sottolineato i rapporti di fratellanza tra i due popoli e ha sottolineato la figura del leader storico della rivoluzione cubana, Fidel Castro.

Il presidente Saharrawi è arrivato a Cuba domenica notte e prolungherà la sua visita ufficiale fino a mercoledì.

Cuba e la Repubblica Araba Saharawi Democratica hanno stabilito relazioni diplomatiche nel gennaio 1980, e attualmente le loro principali aree di collaborazione sono la salute e l’istruzione, dove migliaia di giovani saharawi sono addestrati a Cuba come professionisti delle aree più diverse.